Iniziativa dei sindaci per il diritto alla mobilita’ nella locride – indette due giornate di presidio democratico

di Redazione  | 09/04/2018 in " In primo piano "
341 letture | 0 commenti | 0 voti

Lo stato di precarietà in cui versa la Strada Statale 106, principale arteria di collegamento del litorale ionico reggino e della Locride, rappresenta, in maniera evidente, l’atavica condizione di mortificazione a cui sono stati ridotti il nostro territorio e la nostra gente. Questo ci offende e ci umilia come cittadini e, soprattutto, in qualità di rappresentanti dello Stato sul territorio.

In modo particolare si sottolinea un’eccessiva e inaccettabile lentezza nell’esecuzione dei lavori sul Ponte Allaro, nel Comune di Caulonia, dove lo stato di disagio a cui sono costretti pendolari e lavoratori sembra destinato a doversi protrarre secondo tempistiche non del tutto definite. Inoltre, relativamente al completamento del tratto di collegamento tra i comuni di Locri e Ardore, non vi è, ad oggi, la dovuta chiarezza – in più sedi e occasioni richiesta – né rispetto allo stato attuale della progettazione, né in relazione alle tempistiche che si vorranno attuare per la ripresa dei lavori.

Il Comitato dei Sindaci della Locride, nella seduta tenutasi il giorno 7 aprile a Siderno, in cui hanno preso parte anche i Sindaci di Ardore e Caulonia, ha deciso di indire due giornate di presidio democratico, che avranno luogo il 14 e il 21 aprile 2018, rispettivamente nei comuni di Caulonia e di Locri (con conclusione ad Ardore).

PROGRAMMA

SABATO 14 APRILE 2018 – CAULONIA

Ore 10:00 – Presidio sul Ponte Allaro, all’altezza del semaforo.

SABATO 21 APRILE – LOCRI/ARDORE

ORE 9:30 – Presidio sulla Nuova SS 106, all’altezza dello svincolo di Locri.

Seguirà dibattito, presso la biblioteca comunale di Ardore.


Tags : sindaci locride
comments powered by Disqus