Bovalino: consiglio comunale infuocato la minoranza abbandona l'aula

di Antonio Blefari  | 29/06/2018 in " Politica "
1900 letture | 0 commenti | 0 voti

"Braccio di ferro" giovedì scorso tra l'opposizione, nella persona del dottore Franco Gangemi,  ed il Presidente del Consiglio del Comune di Bovalino l'avvocato Laura Sgambellone. Un Consiglio Comunale iniziato subito "in salita" con la contestazione da parte della minoranza per il mancato inserimento all'ordine del giorno di alcuni punti "riguardanti il sistema depurativo e fognario, il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e la mancata restituzione di locali, di proprietà privata, a seguito di risoluzione dei contratti di locazione da parte del Comune di Bovalino". Il Presidente del Consiglio Laura Sgambellone infatti aveva risposto negativamente in quanto la richiesta "a termini del combinato disposto dell’art. 39, comma 2 D.Lgs. n. 267/2000 e degli artt. 24 e 25 deve, essere corredata da una proposta di deliberazione con allegata relazione illustrativa, al fine di consentire l’istruttoria degli uffici per l’acquisizione dei prescritti pareri ai sensi dell’art. 49 D.Lgs n. 267/2000”. Gangemi ha quindi sottolineato come "ci sia una disparità di trattamento  in quanto nell'inviare la documentazione relativa alla seduta consiliare del 28 giugno, per i punti indicati dalla maggioranza, non era accompagnata da alcuna proposta di deliberazione". Mentre i toni in aula salivano Laura Sgambellone ha rimandato le accuse al mittente sottolineando che "l'ufficio di Presidenza non è tenuto ad inviare alcuna documentazione in merito, che comunque è acquisibile presso gli uffici comunali", ha sottolineato inoltre che "tuttavia la documentazione necessaria era stata allegata nella pec relativa alla convocazione del consiglio comunale." Il botta e risposta è durato oltre un'ora ed è culminato prima con una richiesta di rinvio del Consiglio Comunale che dopo votazione è stata respinta, l'opposizione quindi ha abbandonato l'aula chiedendo però di allegare al verbale un documento inviato per conoscenza anche al Prefetto di Reggio Calabria che spiegava la loro posizione.

Il consiglio comunale è proseguito con la discussione dei 12 punti all'ordine del giorno e non sono mancate le stoccate degli assessori e del sindaco durante le dichiarazioni di voto.  Laura Sgambellone ha sottolineato il rammarico di non veder condivisa " l'approvazione dell'Ordine del Giorno a sostegno della realizzazione della trasversale Bovalino-Bagnara con cui Bovalino si rende promotore dell'iniziativa volta alla sensibilizzazione delle Autorita’ sovra-comunali (regionali e statali), per la presa in carico dell’infrastruttura" documento che da qui in avanti dovrebbe essere redatto da tutti i comuni interessati.  Filippo Musitano assessore alle politiche sociali all'atto dell'  "Approvazione del  Regolamento per il garante delle persone disabili e dell'Approvazione Regolamento del garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza" ha dichiarato "quanto stiamo per approvare è stato proposto da Nuova Calabria ed i regolamenti sono stati redatti, visionati ed emendati, modificati e discussi, da una commissione consiliare che rappresentava l'intero consiglio la cui presidenza è appartenuta a Maria Alessandra Polimeno Capo Gruppo di Nuova Calabria che poteva oggi anche astenersi ma addirittura ha lasciato l'aula, siamo all'assurdo". Tema scottante è stato quello relativo al dell' " Acquisizione al patrimonio del Comune di Bovalino di diversi beni immobili confiscati" alla ndrangheta su cui l'assessore al Bilancio ed al Patrimonio Maddalena Dattilo ha dichiarato  "sarebbe stata opportuna la presenza della minoranza per un atto che è fermo dal 2008". Maesano in chiusura non si risparmia "i rappresentanti politici del 2008 e del 2013 sono più o meno gli stessi o comunque affini a coloro che hanno abbandonato quest'aula, quindi non possono partecipare a un qualcosa che non hanno fatto o non hanno voluto fare. La motivazione dell'abbandono di quest'aula in questa giornata con argomentazioni così importanti è strettamente politica."

 


Tags : bovalino
comments powered by Disqus