"Il sindaco sta disintegrando la comunità". La dura nota delle opposizioni a Bovalino

di redazione  | 24/08/2018 in " Politica "
2561 letture | 0 commenti | 0 voti

Ci aspettavamo risposte nel merito delle problematiche da noi sollevate le settimane scorse, che riguardavano questioni di sostanza e di forma di notevole rilevanza. Ma forse eravamo troppo ottimisti! Del resto, in più di un anno di attività, dal Sindaco Maesano e dai suoi più stretti collaboratori, abbiamo ricevuto solo insulti e mistificazioni, con il chiaro intento di favorire la diffusione di notizie erronee o giudizi tendenziosi. E invece è arrivata la solita fuorviante conferenza stampa dell’ Amministrazione e il “simpatico” volantino di Agave. Anche questa volta quindi nulla di nuovo, tutto risulta in linea con lo stile divisivo che ha caratterizzato l’agire del primo cittadino sino al momento. Tuttavia, ci conforta il fatto che i cittadini di Bovalino, e non solo, pian piano, se ne stiano rendendo conto.

 

            Partiamo dalla fine, vale a dire “dall’ elegante” interrogativo che il Direttivo di Agave rivolge all’opposizione, a chiusura del volantino diramato in questi giorni, e che il Sindaco ha ritenuto meritevole di lettura durante la conferenza stampa, svoltasi nella sala del Consiglio comunale:  “Se il vostro obiettivo - chiede Agave - non era quello di ottenere lo scioglimento del Consiglio comunale, volete dirci per quale …….. motivo avete scritto al Prefetto?”. Sorvoliamo sia sul numero dei puntini, sia (soprattutto) sulla parola che avrebbero dovuto nascondere, utile solo a qualificare chi l’ha pensata! Noi continuiamo a preferire una  garbata ironia ad una squallida volgarità. Al Prefetto abbiamo scritto per segnalare una violazione di legge, l’ approvazione oltre i termini del Bilancio stabilmente riequilibrato. Lo scioglimento del Consiglio comunale è invece la conseguenza sanzionatoria prevista dalla normativa vigente. Credevamo fosse evidente, ma anche in questo caso abbiamo peccato di ottimismo! E’ singolare poi che questa considerazione venga fatta proprio da chi si è rivolto al Prefetto per risolvere semplici questioni amministrative, come nel caso della vertenza con Locride Ambiente. Verrebbe da fare a loro la stessa  domanda…                                                                                                       

 

Veniamo ai punti contestati :

 

1)      LOCALI ALL’INTERNO DELLA CASA COMUNALE

Abbiamo già spiegato più volte, verbalmente e per iscritto, all’Amministrazione comunale che la rinuncia del Gruppo Impegno e Partecipazione ai locali di via Poerio, a favore dell’A.S.D. Bovalinese, nasceva dal fatto che la struttura in questione non risulta idonea all’espletamento delle funzioni istituzionali dei Consiglieri di opposizione in quanto distante dalla sede comunale. Abbiamo altresì evidenziato, in diverse occasioni, come nella realtà tali locali non siano mai stati assegnati né ai gruppi consiliari né all’A.S.D. Bovalinese.

Inoltre, la notizia dell’impossibilità di utilizzare la sala consiliare, poiché carente di climatizzazione, è completamente destituita di ogni fondamento. Chiediamo ad Agave e all’ Amministrazione comunale di dimostrare il contrario. Non esiste nessun documento, nessun post sui social e neppure un nostro commento in cui si affermi questo. Dimostrate il contrario, altrimenti non si può che giungere alla conclusione che chi ha scritto questo è soltanto un bugiardo ed è l’ennesima dimostrazione della volontà precostituita di denigrare i gruppi di opposizione.

 

2)      VIDEO SUL DISSESTO

Attraverso il video abbiamo semplicemente dimostrato le contraddizioni della maggioranza e informato l’opinione pubblica. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, ricordiamo forse la più eclatante: la previsione delle riscossioni contenute nel Documento Unico di Programmazione (DUP). Nel video abbiamo fatto vedere l’intervento del Sindaco in Consiglio comunale e le pagine del DUP che lo smentiscono clamorosamente!

Sulla stessa falsariga ci siamo mossi anche nelle altre tematiche trattate nel video. Tutte vere. Tutte documentate. Tutte riscontrabili. Ma anche in questo caso, la maggioranza, anziché entrare nel merito delle questioni, lancia solo generici slogan. Riproponiamo il link a beneficio di chi desiderasse verificare la veridicità di quanto affermato

(https://www.facebook.com/impegnoepartecipazionebovalino/videos/1800664033565054/).

 

3)      ASSENZE ALLE SEDUTE DEL CONSIGLIO

Siamo stati sempre responsabilmente presenti, con spirito collaborativo e propositivo, ai lavori consiliari. A conferma di ciò basta ascoltare la registrazione del primo Consiglio comunale, per comprendere come già da allora era stata data la totale disponibilità a collaborare, nell’esclusivo interesse del paese e nel rispetto dei reciproci ruoli. E così è stato per tutte le successive adunanze. Abbiamo deciso per la prima volta di non partecipare ad una seduta del Consiglio comunale, abbandonando l’aula in segno di protesta, nell’ adunanza del 28 Giugno 2018, ad oltre un anno di distanza dall’inizio dell’attuale consiliatura, quando la maggioranza ha incredibilmente respinto, con cavilli burocratici, la richiesta di inserire all’ordine del giorno punti importanti per la collettività bovalinese: la depurazione, la raccolta dei rifiuti e l’utilizzo, da parte del Comune, di immobili di privati in assenza di regolare contratto di locazione. Abbiamo poi deciso di non partecipare alla seduta del 31 Luglio scorso - convocata in modo illegittimo. Queste sono le vere motivazioni delle uniche due assenze dei gruppi di opposizione in Consiglio comunale! Abbandonare l’ aula in segno di protesta per il rigetto della richiesta di inserimento all’o.d.g. di rilevanti tematiche di interesse generale, oppure non partecipare ad una seduta  convocata in modo illegittimo per l’ approvazione di un atto in violazione di legge, per il movimento Agave sono classificabili come “pretestuosi” motivi.

 

4)      ABBANDONO DELL’AULA AL MOMENTO DELL’APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO DEL PREMIO LA CAVA

Non abbiamo abbandonato l’aula “persino” in occasione dell’approvazione del Regolamento del Premio La Cava o “addirittura” di quelli relativi ai Garanti, proposti dal gruppo di Nuova Calabria, per il semplice motivo che si trattava sempre dello stesso Consiglio comunale, quello del 28 Giugno 2018! Prendiamo atto che l’intero direttivo di Agave è stato “contagiato” dalle pittoresche tesi dell’Assessore Musitano, al quale avevamo già spiegato che sarebbe stato assurdo e paradossale, come da lui incredibilmente sostenuto, rimanere in aula ed astenersi sui Regolamenti, proprio perché proposti da uno dei gruppi di opposizione! Estendiamo al Dott. Galletta e a tutto il direttivo di Agave il suggerimento in precedenza rivolto all’Assessore Musitano: studiare approfonditamente i meccanismi di funzionamento dei Consigli comunali. Anche per loro, infatti,  appaiono alquanto confusi!

 

 

 

5)      GIORNATE FAI

Per le giornate FAI abbiamo ricevuto l’invito del Sindaco. Lo abbiamo letto e riletto, ma non siamo riusciti a trovare la parte in cui si prevede “l’obbligo di firma”. Per nostra fortuna uno dei partecipanti ha, involontariamente, fotografato la consigliera comunale Rosalba Scarfò, presente alla manifestazione. Nell’attesa di reperire le foto degli altri consiglieri - considerato il fatto che, contrariamente ai componenti della maggioranza, non è loro abitudine fare i “selfie" ad ogni colpo di tosse - invieremo al Sindaco e al Dott. Galletta quella della Consigliera Scarfò, giusto per tranquillizzarli. Per le prossime manifestazioni sarà nostra premura firmare il registro presenze o, in mancanza, prenderemo anche noi l’abitudine di fare selfie e postarli su Facebook. Siamo certi che apprezzeranno!

 

La verità, cari concittadini, è un’altra e testimonia un impegno serio e concreto delle opposizioni, sempre proteso alla ricerca del dialogo e della collaborazione con la maggioranza e volto alla risoluzione dei veri problemi del nostro paese.  E proprio su questi, e non sugli argomenti fuorvianti riportati nel volantino di Agave, chiediamo al Presidente del Consiglio comunale di convocare prima possibile un

 

CONSIGLIO COMUNALE APERTO

 

nel quale discutere con la maggioranza , con le parti sociali e con tutti coloro che hanno a cuore le sorti di Bovalino, dei veri problemi che interessano la nostra comunità, come ad esempio il  bilancio , le conseguenze del dissesto, il campo sportivo, la raccolta rifiuti, la viabilità, le scuole, il sociale e anche dell’utilizzo da parte del Comune di immobili di privati, in assenza di regolare contratto di locazione, che potrebbe causare gravi conseguenze per l’Ente. Attendiamo fiduciosi!  

 

Gruppo Consiliare “Impegno e Partecipazione”                                    Gruppo Consiliare “Nuova Calabria”

Francesco Gangemi                                                                                                             M. Alessandra Polimeno

Rosalba Scarfò                                                                                                                                       Gloria Versace             


Tags : bovalino
comments powered by Disqus