Bovalino, l'opposizione: il recente arrivo di 70 mila euro sia impiegato coscientemente e non spezzettato

di Redazione  | 03/01/2019 in " Politica "
411 letture | 0 commenti | 0 voti

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Abbiamo appreso con favore che nella Legge di Bilancio 2019, approvata nei giorni scorsi dal Parlamento, sono stati previsti quasi 20 milioni di euro per i piccoli Comuni della Calabria, tra i quali anche Bovalino, cui sono stati destinati 70 mila euro. Pur non condividendo il meccanismo "a pioggia" individuato nella manovra di fine anno, che rischia di disperdere in mille rivoli preziose risorse, riteniamo utile fornire un contributo per l'utilizzo razionale di queste risorse.

Abbiamo letto che nelle intenzioni del Governo questi interventi, erogati indistintamente  a tutti i Comuni con popolazione inferiore a 20 mila abitanti, sono destinati ad investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. Tanti piccoli investimenti, quindi, che mirano a rendere i servizi più accessibili, gli spazi più sicuri e l’ambiente più tutelato.

Chiediamo quindi all'Amministrazione comunale di non "spezzettare" ulteriormente tali risorse, rendendo vana la finalità della norma, ma di destinarle integralmente alla risoluzione di una delle tante problematiche del nostro paese non ancora risolte. Anche in considerazione del fatto che la norma prevede che gli interventi da realizzare non debbano essere già integralmente finanziati da altri soggetti e che siano aggiuntivi rispetto a quelli da avviare nella prima annualità dei programmi triennali di cui all’articolo 21 del codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.

Sarebbe auspicabile ed utile per tutta la comunità, ad esempio, destinare tale finanziamento per realizzare i lavori necessari a ripristinare il servizio di mensa nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria del nostro Comune, oramai sospeso da diversi anni. Sarebbe stato opportuno prevedere gli interventi necessari nell'ambito del recente finanziamento ottenuto dal Ministero dell'Interno per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio, rispetto ad esempio alle due proposte progettuali, per un totale di 500 mila euro, bocciate dal Ministero perchè "non coerenti con la finalità della norma". Oggi avremmo forse risolto definitivamente questo problema.

In mancanza di ciò e in attesa di una specifica programmazione che consenta di reperire le risorse necessarie, è infatti indispensabile individuare, in sinergia con l'ASP e I'Istituzione scolastica, gli interventi necessari per rendere temporaneamente idonei i locali, anche attraverso soluzioni in deroga alla normativa vigente, come avviene in molte altre scuole, al fine di ripristinare il diritto alla mensa, negato da anni a causa di inadempienze varie e con motivazioni e problematiche diverse che penalizzano ingiustamente gli alunni delle nostre scuole.

Considerato inoltre che i comuni beneficiari del contributo sono tenuti ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 maggio 2019 e che le somme derivanti dalle eventuali revoche dei contribruti concessi sono riassegnate ai Comuni in regola con la suddetta scadenza, dando priorità ai Comuni con data di inizio dell’esecuzione dei lavori meno recente, sarebbe opportuno predisporre con celerità un adeguato  crono-programma delle opere da realizzare, anche al fine di evitare le lungaggini del recente bando per la messa in sicurezza di edifici e territorio, per il quale sono stati impiegati oltre 7 mesi (rispetto agli 8 concessi) per affidare la progettazione e solo 15 giorni per realizzarla, mettendo a rischio il finanziamento, con tutte le possibili conseguenze dovute al poco tempo concesso ai progettisti.

Anche in questa occasione i gruppi consiliari di opposizione manifestano la loro totale disponibilità per qualunque attività si rendesse necessaria a garantire il buon esito del finanziamento concesso.

 

F.to Il Capogruppo di “Nuova Calabria”
Dott.ssa Maria Alessandra Polimeno

 

F.to Il Capogruppo di “Impegno e Partecipazione”
Dott. Francesco Gangemi

 


Tags : bovalino
comments powered by Disqus