Agave "la polemica politica viene prima delle necessità della gente comune"

di Redazione  | 01/02/2019 in " Politica "
567 letture | 0 commenti | 0 voti

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Oggi, avremmo voluto festeggiare il buon esito dell’iniziativa tanto apprezzata del dopo scuola sociale: oggi, più di dieci bambini hanno potuto usufruire della biblioteca comunale e di insegnanti a loro disposizione per studiare e approfondire le materie scolastiche, grazie al dopo scuola sociale. Purtroppo, dobbiamo prendere atto che per molti la polemica politica viene prima delle necessità della gente comune.

Il Movimento Politico Culturale Agave ha, a suo tempo, predisposto un progetto sociale nell’ambito della sua attività relativa a scuola e istruzione.

Nel corso delle attività di collaborazione con le autorità scolastiche è emersa l’utilità di organizzare un doposcuola a favore degli alunni che ne hanno bisogno. Quest’idea è stata messa in pratica con una certa sollecitudine anche grazie all’adesione convinta di tanti insegnanti, sia in pensione che non, disponibili a prestare gratuitamente la propria opera.

Analoga risposta si è avuta, prima, da parte dell’Amministrazione Comunale e, poi, da parte dell’utenza bovalinese che, numericamente, è andata molto oltre le previsioni: le richieste di iscrizioni continuano a prevenire con regolare cadenza, man mano che la notizia passa da famiglia a famiglia.

Questo Movimento avrebbe agevolmente potuto svolgere l’attività nella propria sede e ne avrebbe ricavato un grande vantaggio in termini di consenso e popolarità, che avrebbe ovviamente incrementato i consensi (già ampi) della cittadinanza sul piano politico.Ciononostante, coerentemente con i principi professati e non volendo strumentalizzare l’attività, è stata scelta la situazione più utile, che era (ed è) quella di utilizzare la Biblioteca Comunale come luogo per svolgere le attività, in un ambiente circondato da libri, giornali ed altri mezzi di studio e informazione.

Ed è proprio l’intendimento di avvicinare i ragazzi ad un clima che faciliti e incrementi l’amore per lo studio che è stata chiesta al Comune l’utilizzo della Biblioteca Comunale. Concessione che è stata subito data in considerazione della valenza sociale dell’attività a sostegno della popolazione.  Noi e l’Amministrazione, a prescindere da interessi contingenti, crediamo nell’importanza dello studio, che è veicolo di sviluppo anche peril nostro paese.

In tutto questo non c’è nulla di strano e di irragionevole al punto di provocare una protesta da parte delle minoranze consiliari, che, ahinoi, mal digeriscono la scelta della sede del doposcuola a tal punto, anche, di mal digerire l’istituzione del dopo scuola medesimo.

Essi si attaccano alla forma, perdono di vista la sostanza e, con essa, tutto quanto è di pubblica utilità. Il tutto viene sacrificato sull’interesse di un gruppo di cittadini organizzati.

Invece, la buona politica si fa tenendo conto degli interessi generali della società nella quale si vive e non certamente di quelli particolari di una parte di essa. Si deve essere consapevoli del fatto che il miglioramento della qualità della vita porta vantaggi a tutti e che ognuno può operare sempre e comunque per rendersi utile in ogni occasione. Questa è la concezione del mondo Agave, madelle minoranze no.

Detto ciò, certi dell’importanza sociale dell’iniziativa e felici di come la cittadinanza abbia accolto la stessa, continuiamo sulla nostra strada, indipendentemente da tutto.

Delle minoranze, invece, possiamo ancora una volta affermare che non hanno azzeccato nemmeno una.


Tags : AGAVE BOVALINO
comments powered by Disqus