Risultato per Nuova Calabria, ottenute le credenziali del protocollo

di Redazione  | 15/04/2019 in " Politica "
375 letture | 0 commenti | 0 voti

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

 

“Mai, mai le richieste inoltrate dalla minoranza sono rimaste inevase…”, aveva dichiarato il Sindaco di Bovalino Vincenzo Maesano in un’intervista rilasciata ad una televisione locale, all’indomani della decisione di Nuova Calabria di astenersi dal partecipare alle sedute del Consiglio comunale in segno di protesta per le inadempienze e l'atteggiamento della maggioranza.

Nei giorni scorsi abbiamo invece ricevuto una nota del Segretario Generale dell’Ente, Dott.ssa Rossana Bellantoni, nella quale ci è stato comunicato, tra l’altro, che sono stati sollecitati gli uffici competenti in merito a diverse nostre richieste, contenute nella nostra nota e ad oggi ancora inevase. Ne prendiamo atto, meglio tardi che mai.

In merito all’interrogazione relativa al finanziamento per la realizzazione e ripristino di opere di urbanizzazione primaria in località San Nicola, Bricà, Sandrechi ed Argada, ci è stato addirittura evidenziato di non aver “diffidato” tutti i soggetti interessati. In effetti è vero. Ci è sfuggito di “sollecitare” anche l’Assessore ai Lavori Pubblici e bene ha fatto il Segretario Comunale a farcelo notare. Approfittiamo di questa nota per "sollecitare" anche l'Assessore che, siamo certi, perdonerà la svista. Del resto, come scritto nella missiva ricevuta - che ci ha sorpreso più per la forma (inusuale e scortese un “sic” con tanto di punto esclamativo nei rapporti istituzionali) che per i contenuti (avendo in diversi punti confermato quanto da noi denunciato) - l’infallibilità assoluta è patrimonio che non appartiene ai comuni mortali!

Per correttezza attenderemo ancora qualche giorno, per dare la possibilità agli uffici sollecitati (questa volta anche dal Segretario Generale dell’Ente...) di fornire la documentazione richiesta. In assenza di riscontro, procederemo senza ulteriore indugio.

Ma un risultato importante è stato ottenuto a seguito della nostra protesta. Ed è un risultato che crea un precedente altrettanto importante. Abbiamo infatti ricevuto le credenziali di accesso al protocollo informatico dell’Ente. Ad oltre due mesi dalla prima richiesta, anche questa sollecitata nel documento depositato agli atti del Consiglio comunale, è stato finalmente concesso ai Consiglieri comunali il diritto di poter autonomamente consultare il protocollo informatico dell’Ente. Un diritto oramai riconosciuto dalla prevalente giurisprudenza amministrativa, che ha confermato il diritto dei Consiglieri comunali di accedere al protocollo informatico tramite apposite password, ritenendo illegittimo il diniego opposto dall’Amministrazione di prendere visione del protocollo generale e anche di quello riservato del Sindaco, comprensivo sia della posta in arrivo che di quella in uscita. Il Gruppo consiliare Nuova Calabria fornirà la modulistica necessaria al riconoscimento di tale importante diritto a tutti i Consiglieri comunali che ne faranno richiesta all’indirizzo pec gruppoconsiliarenuovacalabria@pec.it

Infine, non possiamo non fare un riferimento alle note depositate agli atti dell’ultimo Consiglio comunale dal Presidente del Consiglio Avv. Laura Sgambellone e dal Gruppo Consiliare Impegno e Partecipazione.

Al Presidente del Consiglio che “…non si capacita di come possa essere addotta come giustificazione la protesta dal momento che i Consiglieri sono tenuti a partecipare ai lavori del Consiglio…”, introducendo il tema di una possibile decadenza dei Consiglieri di Nuova Calabria (non ritenendo giustificabili le assenze per protesta), suggeriamo una attenta lettura della sentenza n. 4433 del Consiglio di Stato - sez. V - del 22/09/2017, con particolare riferimento alla parte in cui viene affermato che “l’astensionismo deliberato e preannunciato, ancorché superiore al periodo previsto ai fini della decadenza, deve […] considerarsi uno strumento di lotta politico-amministrativa a disposizione delle forze di opposizione per far valere il proprio dissenso a fronte di atteggiamenti ritenuti non partecipativi, dialettici e democratici delle forze di maggioranza”! Riteniamo non sia necessario aggiungere altro.

Al Gruppo Impegno e Partecipazione, dopo aver letto il documento depositato agli atti dell'ultimo Consiglio, facciamo presente che Nuova Calabria non ha mai avuto la necessità di tirare dentro qualcuno per portare avanti le proprie azioni. Lo abbiamo sempre fatto in autonomia, con estrema chiarezza e determinazione, senza necessità di nasconderci dietro nessuno, nè di armare trappole per sostenere le nostre azioni politiche. Tutto ciò che in questi mesi ha generato un’azione comune (richieste, comunicati, interrogazioni, compreso lo "sgomento" per l'atteggiamento della maggioranza al termine del Consiglio del 23 Febbraio scorso...) è stato frutto di un’attenta, congiunta e puntuale analisi delle situazioni. Avendo condiviso la diagnosi ma non la cura, al punto di sentire la necessità di doversi "dissociare", ci saremmo aspettati azioni più incisive da parte dei Consiglieri di Impegno e Partecipazione negli ultimi due Consigli comunali, considerato che all’astensione per protesta hanno preferito la presenza. Invece abbiamo registrato solo “sgomento” nei nostri confronti e il voto favorevole, insieme alla maggioranza, sulle deliberazioni relative alle aliquote IMU, TASI e Addizionale IRPEF, deliberate al massimo della misura consentita in conseguenza della mancata rimodulazione del Piano di Riequilibrio e della successiva Dichiarazione di Dissesto. Che, ricordiamo, insieme a noi avevano duramente contestato!

Gruppo Consiliare Nuova Calabria


Tags : -
comments powered by Disqus