Nuova Calabria all'Amministrazione comunale "andate a casa, prima che sia troppo tardi"

di Redazione  | 14/08/2019 in " Politica "
1392 letture | 0 commenti | 0 voti

Riceviamo e pubblichiamo

 

All’inizio dell’estate abbiamo deciso di sospendere interventi, note stampa, post su Facebook e quant’altro perchè diversi cittadini ci chiedevano di non mettere pressione all’Amministrazione comunale, malgrado i tanti problemi del nostro paese. Ci chiedevano di concedere un ulteriore credito di fiducia a giovani e volenterosi amministratori in vista della stagione estiva e degli imminenti lavori che avrebbero cambiato in positivo il volto del paese.

Lo abbiamo fatto. E oggi, passata la festa in onore del nostro Santo Patrono, torniamo a farci sentire. Innanzitutto per fare i complimenti al Comitato Festeggiamenti San Francesco di Paola, che anche quest'anno, malgrado le risicate risorse economiche, ha allestito un articolato programma che ha allietato diverse serate di turisti e residenti. Gli stessi complimenti vanno rivolti a tutte le associazioni che si sono adoperate producendo spettacoli di alto livello, in modo particolare quelle che curano le meravigliose infiorate, sempre più belle, da consolidare e valorizzare nel tempo.

Non possiamo dire altrettanto, purtroppo, dei servizi resi dal Comune e, di conseguenza, dell'immagine del nostro paese. Abbiamo infatti assistito, in religioso silenzio, ad un triste quanto prevedibile declino!

La novità è che oggi non siamo i soli a sostenerlo. Basta leggere i tanti post di lamentele e le foto pubblicate in questi giorni da cittadini e turisti. Dalla pessima pulizia di strade e piazze - su tutte il lungomare, lasciato vergognosamente sporco dopo la festa, malgrado l’oneroso e puntuale esborso mensile per il servizio di raccolta dei rifiuti - al mancato ritiro della differenziata e degli ingombranti, dalle buche divenute oramai voragini malgrado un cospicuo finanziamento erogato da oltre 18 mesi (!), alla viabilità (traffico in tilt e parcheggi selvaggi ovunque), alla mancanza dell’acqua e dei servizi minimi essenziali per un paese che si professa “a vocazione turistica” (cestini portarifiuti, docce sulla spiaggia, isole pedonali, verde pubblico, disinfestazione, derattizzazione...). Sono la certificazione di un fallimento amministrativo che avevamo abbondantemente preannunciato.

Manca totalmente una visione di prospettiva, manca una indispensabile programmazione, manca una idea complessiva di sviluppo del paese che possa far tornare Bovalino ai fasti di un tempo. Non esistono più regole, o meglio  esistono ma nessuno le fa rispettare. Alla buona volontà e all’impegno dell'Amministrazione comunale, che pur riconosciamo, fanno da controaltare continue contraddizioni e tanta improvvisazione, segni evidenti di inadeguatezza.

Passata la festa è ora di tornare alla triste realtà e di prendere atto di una situazione che, al netto dell’inciviltà, sta diventando insostenibile per l’incapacità di organizzare i diversi servizi a distanza di oltre due anni dall’insediamento di questa Amministrazione. Oggi più che mai bisogna intervenire per cercare di salvare il salvabile. Bovalino non merita tutto questo.

A Roccella Ionica, dove si sono create reali condizioni di sviluppo economico e sociale, nei giorni scorsi si è svolto un importante concerto che ha visto partecipare decine di migliaia di persone, con notevoli ricadute positive su tutto il territorio. Tutto gestito perfettamente da una Amministrazione insediata da pochi mesi. A Bovalino, accompagnata dall'oramai patetico #noiandiamoavanti, abbiamo visto sventolare orgogliosamente su Facebook un’Ordinanza sulla viabilità, frutto del lavoro di due anni (c’era scritto proprio così…) che ha creato solo disordine e confusione.

Fermatevi. Non andate più avanti. Se davvero volete il bene di questo paese, andate a casa, prima che sia troppo tardi.

GRUPPO CONSILIARE NUOVA CALABRIA


comments powered by Disqus